Excite

Quando l'amore è una questione di chimica

Si sà, l'amore è questione di chimica e a ribadirlo ora ci sono gli esperti del Consiglio nazionale dei chimici, secondo i quali 'che si tratti di un compagno fedele, della donna della vita o semplicemente dell'avventura di una notte, è tutta una questione di chimica. Buone dosi di testosterone indicano che siamo davanti ad una forte attrazione e passione travolgenti. La vasopressina indica la via per il compagno fedele. La donna per la vita è invece dotata di alti valori di ossitocina'.

Gli esperti hanno spiegato: 'Da anni la ricerca scientifica ha evidenziato come i meccanismi dei sentimenti siano strettamente legati alla presenza/assenza di alcune sostanze chimiche nel corpo. Insomma, tutta la filiera dell'amore è governata dalla chimica. Si inizia dai colpi di fulmine, associati sempre ad alte quantità di ormoni in circolo. I ferormoni sono responsabili dell'attrazione, e la produzione di testosterone nell'uomo è legata alla passione erotica'.

Anche l'innamoramento sarebbe una questione di chimica. Questa fase iniziale dell'amore, infatti, è correlata agli effetti della feniletilamina (PEA) e alla produzione elevata di dopamina e norepinefrina. A caratterizzare l'innamoramento sono il forte attaccamento verso l'altra persona, la necessità di sentirla e vederla spesso. Sensazioni generate dalla feniletilamina, una molecola in grado di dare effetti simili a quelli delle anfetamenine e che rilascia la dopamina.

Dopo questa prima fase, tali effetti si attenuano e si passa a un rapporto affettivo stabile o all'esaurimento della storia. Il presidente del Consiglio nazionale dei chimici, Armando Zingales, ha spiegato: 'Nel rapporto affettivo a lungo termine è ormai assodato l'importante ruolo svolto dalla chimica. Per esempio, nelle donne è l'ossitocina a favorire l'attaccamento al proprio partner, o se si vuole la 'fedeltà', mentre nell'uomo è la vasopressina a svolgere un ruolo di sereno appagamento. Possiamo quindi dire che gli uomini con livelli bassi di vasopressina sono più predisposti al tradimento'.

Zingales ha poi aggiunto: 'Se invece si ha accanto un uomo con livelli alti di vasopressina, allora si sta vivendo la fase dell'amore romantico. Si può discutere se le molecole siano la causa, i trasmettitori o solo un effetto dei moti dell'anima. Certo è che siamo davanti ad un indizio preciso di cosa sta accadendo o potrebbe accadere. Il fatto che la chimica sia così importante in tutti gli aspetti della nostra vita, compresi quelli più intimi e personali come l'amore e la fedeltà non deve stupirci né disorientarci. La natura non ha paura della chimica, ma la usa sapientemente. Noi dobbiamo imparare a fare altrettanto, perché non c'è vita senza chimica e la qualità della vita dipende dalla chimica stessa'.

Foto: mondocinemablog.com

sanvalentino.excite.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle - Excite Network Copyright ©1995 - 2017